Tostapane, cosa fare al primo utilizzo

Quali caratteristiche deve avere un buon tostapane? Prima di acquistarne uno è bene conoscerne le principali caratteristiche, alcune comuni a tutti gli apparecchi, altre presenti soltanto nei modelli più evoluti come, ad esempio, il raccogli-cavo. Mai sentito? Di solito è una cavità presente alla base del tostapane, che serve per arrotolare il filo quanto l’apparecchio è in stand by, può sembrare banale ma è un elemento molto utile e ‘salva-spazio’. Più diffuso e presente in quasi tutti i modelli il vassoio raccoglibriciole, che quando si parla di pane non deve mai mancare, pena il disordine e la sporcizia in cucina, un accessorio che serve a tenere pulito il banco o il tavolo dove è collocato il tostapane. Sempre i tostapane più avanguardistici e digitalizzati presentano un monitor dove compaiono i dati relativi al funzionamento e allo stato della tostatura, molto utile per chi non vuole perdersi gli step dell’operazione. Daremo, ora, qualche dritta sull’uso del tostapane.

Anche in questo caso può apparire superfluo o scontato, ma in realtà non tutti sanno sfruttare appieno il potenziale di questi pratici elettrodomestici da cucina. Ad esempio, non tutti sanno che al primo utilizzo dell’apparecchio, sarebbe bene osservare delle piccole regole per il buon funzionamento futuro dello stesso. Prima dell’uso, infatti, si suggerisce di azionare il tostapane nuovo per almeno 3 volte spingendolo al massimo grado di potenza, il che probabilmente produrrà un odore acre di bruciaticcio, dovuto alla plastica. Nulla di preoccupante, ci sta tutto, è proprio un modo per liberarsi dai cattivi odori che, in caso contrario finirebbero per impregnarsi nei cibi.

Veniamo alla materia prima, il pane. Le fette devono rispettare le misure del tostapane, adattandosi ai suoi slot, anche per impedire che restino incastrate se di dimensioni difformi e per poter ottenere una doratura omogenea. Si raccomanda di non usare utensili metallici per estrarre le fette di pane eventualmente bloccate nell’apparecchio che, in tal caso, potrebbe danneggiarsi. Quanto alle tempistiche e ai gradi di temperatura da programmare dipende dal tipo di pane e di doratura che si intende ottenere, ma per avere info più precise si può consultare questo utile articolo sull’uso dei tostapane.